Se il populismo è tecnologico

Nei giorni in cui si assiste al tramonto di Silvio Berlusconi come uomo di governo è utile leggere il libro di Alessandro Lanni, Avanti popoli! Piazze, Tv, web: dove va l’Italia senza partiti (Marsilio, introduzione di Nadia Urbinati, pagg. 144, euro 12), perché mette a fuoco alcune questioni con le quali continueremo a confrontarci negli anni a venire.

(la Repubblica, 17 novembre 2011) Continue reading

Le lacrime di Balotelli

Ieri la nazionale di calcio è stata ricevuta al Quirinale e Mario Balotelli, con i passi incerti di un gigante buono, si è avvicinato a Giorgio Napolitano e gli ha stretto la mano biascicando un «grasie» dall’inconfondibile accento bresciano. Poi si è voltato e lo scatto è riuscito a cogliere lo sguardo umido di emozione in cui, per un attimo, non è baluginato il milionario «super Mario» di oggi che trionfa negli stadi d’Europa, ma l’irrimediabile sofferenza di un bambino di ieri, nato a Palermo, abbandonato in fasce dai genitori ghanesi e cresciuto in provincia di Brescia grazie al calore della sua nuova famiglia adottiva. La storia di Balotelli è anche quella del suo collega Angelo Obinze Ogbonna, nato a Cassino da genitori nigeriani, e di tanti ragazzi dai mille colori che poco dopo sono stati ricevuti anche loro dal Presidente della Repubblica in occasione dell’incontro con i nuovi cittadini italiani nell’ambito delle cerimonie per il 150° anniversario dell’Unità.

(la Repubblica, 16 novembre 2011) Continue reading