La vera faccia della Lega

«Bisogna respingere gli immigrati, ma non possiamo sparargli, almeno per ora». Con queste incredibili parole il leghista Castelli, ex ministro della Giustizia e attuale viceministro alle Infrastrutture, ha commentato gli ultimi episodi di Lampedusa; del resto «contro le Brigate rosse cosa abbiamo fatto?» ha concluso per puntellare il suo strampalato ragionamento.

(la Repubblica, 13 aprile 2011)

Continue reading

Lo stallo del paese. Il complotto che non c’è

Resistere, resistere, resistere: Berlusconi sembra uno di quei soldatini con l’anima di piombo che oscillano vorticosamente, ma rimangono sempre in piedi. Nonostante gli scandali, i processi, le manifestazioni di piazza, il discredito internazionale, la crisi economica e la diffusa percezione che il suo ciclo politico sia avviato al tramonto.

(Il sole 24 ore, 19 febbraio 2011)

Continue reading

Spagna in crisi ma coesa

È di questi giorni la notizia che, nel mese di dicembre, i consumi spagnoli sono crollati del 4,4% rispetto all’anno precedente. In effetti, chi avesse avuto la possibilità di recarsi a Madrid il mese scorso sarebbe rimasto colpito dalla scarsa affluenza nei ristoranti, un tempo pieni di avventori mangerecci e ciarlieri, e dalla sequela di cantieri abbandonati lungo l’autostrada che porta all’aeroporto.

(Il sole 24 ore, 8 febbraio 2011)

Continue reading

Il West, il Poker e gli assi di Bossi

Tira una brutta aria nel polveroso saloon del Belpaese, un’atmosfera sospesa ed elettrica che di solito prelude all’ennesima sparatoria all’O.K. Corral del Far West italiano. L’uomo dietro il bancone lo sa, ma continua a servire da bere come se nulla fosse anche se tra poco non gli resterà che abbassarsi dietro la barra e aspettare che tutto sia finito.

(Il sole 24 ore, 14 novembre 2010)

Continue reading

L’Italia un satellite immobile e senza idee

Al rientro dal viaggio in Cina il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha segnalato le «gravi fibrillazioni e incertezze politiche e istituzionali» di cui soffre il paese. Un’immagine ancora più acuta se confrontata su scala globale, a contatto di una realtà come quella cinese che affronta sfide economiche enormi con spirito di innovazione. A Oriente come a Occidente, dal momento che negli stessi giorni le elezioni negli Stati Uniti hanno proposto, con storico dinamismo, volti ed energie nuove: il rinnovatore Obama che solo due anni fa sembrava inarrestabile, oggi è costretto a reinventarsi per rilanciare il lavoro e riparlare al mondo dimenticato del business.

(Il sole 24 ore, 7 novembre 2010)

Quando gli italiani danno il meglio di sé

Una sera d’estate in una terrazza romana a parlare con un amico, capitano di ritorno dall’Afghanistan: la moglie aspetta un bambino e lui ha rinunciato a tutte le ferie intermedie per poter rientrare con un mese di anticipo e assistere alla nascita del figlio. Negli occhi il cielo di Kabul, quello vero, più intenso di quello che abbiamo vagheggiato inseguendo con la fantasia «il cacciatore di aquiloni».

(Il sole 24 ore, 10 ottobre 2010)

Continue reading

Si naviga a vista verso elezioni con questo sistema

Il crudo pallottoliere parlamentare dice
che Berlusconi è stretto tra il vecchio partito di Bossi e quello nuovo di Fini
che lo tengono sollevato per le braccia come i due carabinieri di Pinocchio.
Certo, il protagonista della storia è sempre lui, ma ha una maggioranza più
utile a vivacchiare che a governare e che rischia di arenarsi al primo scoglio
affiorante sotto il pelo dell’acqua. In effetti, mai come ora si naviga a vista
perché davanti a noi si staglia un orizzonte incerto ove si intravedono tre
possibili approdi.

(Il sole 24 ore, 2 ottobre 2010)

 

Continue reading

In politica non c’è partita (a due)

Il modo in cui è
stata respinta la mozione di sfiducia al sottosegretario Caliendo rivela come
l’Italia si appresti a vivere uno scenario che ha il sapore del deja vu
, solo a parti invertite: sembra il gioco dell’oca. Se
nel 2006 era Prodi a dover contrattare giorno per giorno la sua maggioranza,
nei prossimi mesi assisteremo a un’analoga azione da parte di Berlusconi, che,
a parole, minaccerà le elezioni anticipate un giorno sì e l’altro pure, ma, nei
fatti, proverà a stare in piedi aprendo il calciomercato, come già ai tempi del
governo Prodi, intercettazioni docet.


(Il sole 24 ore, 5 agosto 2010)

 

 

 

Continue reading

La lunga estate di Fini, leader senza impazienza

Alla
vigilia della pausa estiva il presidente della Camera Gianfranco Fini ha
continuato a smarcarsi dal presidente del Consiglio
Silvio Berlusconi giocando in attacco sul filo del fuorigioco: un modulo
calcistico che prevede un notevole dispendio di energie e dunque richiede uno
stato di forma impeccabile e una continua attenzione ai movimenti d’insieme dei
giocatori in campo.

(Il sole 24 ore, 27 luglio 2010)


Continue reading