Dallo stragismo al terrorismo internazionale: tre giocatori contro l’Italia

Iniziare a leggere il libro intervista Intrigo
internazionale. Perché la guerra in Italia. Le verità che non si sono mai
potute dire
(Chiarelettere, euro 14) è come passeggiare attraverso i viali
e le geometriche prospettive di un giardino all’italiana con due amici che
parlano fra loro: l’uno è un giornalista e studioso di queste vicende, Giovanni
Fasanella, che sa porre le giuste domande, l’altro è un magistrato di lunga
esperienza, Rosario Priore, che ha dedicato la sua vita professionale a
indagare sul caso Moro, sulla strage di Ustica, sul tentato omicidio di
Giovanni Paolo II e sui principali casi di eversione degli ultimi trent’anni.
Il perno della discussione ruota intorno a una domanda semplice nella sua
brutalità: per quale ragione l’Italia, dal 1969 in poi, è stata dilaniata da
una violenza politica diffusa di opposto colore che ha assunto le forme dello
stragismo e quelle dell’omicidio selettivo provocando centinaia di morti e
migliaia di feriti?

(Il sole 24 ore, 23 maggio 2010)

           

 

Continue reading

L’Italia ammalata di odio – La Stampa, 23 settembre 2008

Incontro Roberto Cotroneo a Roma per parlare del suo ultimo romanzo, Il vento dell’odio, in uscita oggi per le edizioni Mondadori. Ci troviamo davanti alla libreria «Feltrinelli» e, dovendo discutere di terrorismo, siamo attratti, come da una calamita, dal ghetto adiacente, quel dedalo di vie ove si consumò l’eccidio di Moro. «Ho vissuto quegli anni ad Alessandria, avevo 17 anni. È stata una fortuna perché sono stato testimone, ma non partecipe e la provincia mi ha dato quella media distanza necessaria per poter raccontare». Ma raccontare cosa? 

Continue reading