Il West, il Poker e gli assi di Bossi

Tira una brutta aria nel polveroso saloon del Belpaese, un’atmosfera sospesa ed elettrica che di solito prelude all’ennesima sparatoria all’O.K. Corral del Far West italiano. L’uomo dietro il bancone lo sa, ma continua a servire da bere come se nulla fosse anche se tra poco non gli resterà che abbassarsi dietro la barra e aspettare che tutto sia finito.

(Il sole 24 ore, 14 novembre 2010)

Continue reading

L’Italia un satellite immobile e senza idee

Al rientro dal viaggio in Cina il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha segnalato le «gravi fibrillazioni e incertezze politiche e istituzionali» di cui soffre il paese. Un’immagine ancora più acuta se confrontata su scala globale, a contatto di una realtà come quella cinese che affronta sfide economiche enormi con spirito di innovazione. A Oriente come a Occidente, dal momento che negli stessi giorni le elezioni negli Stati Uniti hanno proposto, con storico dinamismo, volti ed energie nuove: il rinnovatore Obama che solo due anni fa sembrava inarrestabile, oggi è costretto a reinventarsi per rilanciare il lavoro e riparlare al mondo dimenticato del business.

(Il sole 24 ore, 7 novembre 2010)

Senza riforme si tira a campare

Le lancette della politica italiana si dirigono verso
l’agognata pausa estiva. L’opposizione appare divisa tra un eccesso di analisi
politologica senza respiro e quanti spiano dal buco della serratura nella
pruriginosa attesa di nuove performance
del presidente del Consiglio, le due facce di una medesima crisi di
ispirazione e prospettive.

(Il Sole 24 ore, 2 agosto 2009)

 

Continue reading