La politica di Bersani: Il lottatore di sumo a centro ring

In questi ultimi mesi l’opinione pubblica italiana sembra percorsa da una sola parola d’ordine: il Pd è nel pantano, prova ne sia che Berlusconi perde consensi senza che quel partito riesca a intercettarli. I democratici appaiono come un pesce in barile e il loro segretario un novello san Sebastiano infilzato, sul fianco destro, da Fini e Casini e, su quello sinistro, da Di Pietro e Vendola, ovvero dalle alchimie del politicismo neo-democristiano e dai facili personalismi delle primarie di coalizione all’amatriciana. Due modi ugualmente efficaci per morire tra delusioni maliziose e interessati scoramenti.

(Il sole 24 ore, 3 dicembre 2010)

Continue reading

L’Italia un satellite immobile e senza idee

Al rientro dal viaggio in Cina il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha segnalato le «gravi fibrillazioni e incertezze politiche e istituzionali» di cui soffre il paese. Un’immagine ancora più acuta se confrontata su scala globale, a contatto di una realtà come quella cinese che affronta sfide economiche enormi con spirito di innovazione. A Oriente come a Occidente, dal momento che negli stessi giorni le elezioni negli Stati Uniti hanno proposto, con storico dinamismo, volti ed energie nuove: il rinnovatore Obama che solo due anni fa sembrava inarrestabile, oggi è costretto a reinventarsi per rilanciare il lavoro e riparlare al mondo dimenticato del business.

(Il sole 24 ore, 7 novembre 2010)

Si naviga a vista verso elezioni con questo sistema

Il crudo pallottoliere parlamentare dice
che Berlusconi è stretto tra il vecchio partito di Bossi e quello nuovo di Fini
che lo tengono sollevato per le braccia come i due carabinieri di Pinocchio.
Certo, il protagonista della storia è sempre lui, ma ha una maggioranza più
utile a vivacchiare che a governare e che rischia di arenarsi al primo scoglio
affiorante sotto il pelo dell’acqua. In effetti, mai come ora si naviga a vista
perché davanti a noi si staglia un orizzonte incerto ove si intravedono tre
possibili approdi.

(Il sole 24 ore, 2 ottobre 2010)

 

Continue reading